5 motivi per cui ogni azienda ha bisogno di un Innovation coach

8 gennaio 2019

L’innovazione non è un’attività da solista; il raro genio solitario può essere in grado di inventare qualcosa (sebbene sia sempre ispirato da altri), ma nessuno può innovare da solo. L’innovazione, per sua natura, richiede collaborazione. Le organizzazioni sono come il cervello, che è composto da due emisferi. L’emisfero sinistro è tipicamente descritto come la casa delle abilità matematiche e logiche, mentre l’emisfero destro è descritto come il dominio della creatività. Le persone hanno bisogno di sviluppare entrambi gli emisferi per avere successo, allo stesso modo le organizzazioni. Raggiungere l’eccellenza operativa è l’obiettivo del lato sinistro del cervello e l’eccellenza dell’innovazione dovrebbe essere l’obiettivo del lato destro. Sfortunatamente, la maggior parte delle organizzazioni investe troppo nell’eccellenza operativa, al punto che gli sforzi per raggiungere l’eccellenza nell’innovazione, vengono fronteggiati come virus.

rawpixel-1055776-unsplash

 

Quindi, qual è la cura? Non ammalarsi in primo luogo, naturalmente!

Per riuscirci, prendi in considerazione la possibilità di mettere in atto un programma di benessere innovativo. Che aspetto ha? Un programma di benessere innovativo ha al centro un’organizzazione che è disposta ad andare oltre le sue quattro mura per conquistare un flusso costante di nuove ispirazioni. Perché è l’ispirazione, in combinazione con la curiosità, che darà all’organizzazione una possibilità di combattere, identificando fonti continue di intuizioni uniche e differenziate che consentiranno di reinventarsi continuamente e rimanere in contatto con i propri clienti.

 

Un paio di esempi concreti di componenti del programma di benessere innovativo includono:

1. Incorporare elementi della cosiddetta Open Innovation nel cuore dell’approccio innovativo dell’organizzazione

2. Rinforzare continuamente la cultura della curiosità

3. Impiegare un coach per l’innovazione su base continuativa

 

Che aspetto ha un allenatore dell’innovazione?

Bene, un buon esempio è stato Robert F. Brands, perso troppo presto dalla comunità dell’innovazione globale.

Un buon coach per l’innovazione ti aiuta ad evitare i dieci sintomi di malessere da innovazione:

1. Nessuno può spiegare la tua definizione di innovazione (o non ne hai una)

2. Nessuno può spiegare la tua visione / strategia / obiettivo di innovazione (o non li hai)

3. La gente trova difficoltà nel raccontare la storia di una o più innovazioni intraprese su vasta scala da parte dell’organizzazione

4. La maggior parte di ciò che passa come innovazione all’interno dell’organizzazione sarebbe effettivamente classificata come miglioramento (non innovazione) da parte di persone esterne all’organizzazione

5. L’organizzazione non rende disponibili le prospettive esterne di innovazione ad un vasto pubblico

6. Ormai nessuno dedica più del tempo a partecipare ai nostri tentativi di innovazione

7. L’organizzazione è incapace di accettare intuizioni e idee provenienti dall’esterno e di svilupparle in concetti che possono essere generalizzati

8. Il programma di innovazione non trova tempo tra gli impegni del CEO

9. Il tuo team di innovazione sta cercando di sviluppare tutte le innovazioni invece di aiutare ad accelerare gli sforzi innovativi degli altri

10. Il tuo ritmo di innovazione è più lento delle organizzazioni con le quali competi

matt-palmer-254999-unsplash

 

Un buon coach per l’innovazione può aiutarti a:

1. Realizzare una valutazione dell’innovazione

Ho sviluppato un audit sull’innovazione di 50 domande e l’ho reso disponibile nel mio primo libro “Stoking Your Innovation Bonfire”, in modo che le persone possano fare un’autovalutazione della loro maturità innovativa.

2. Stabilire un’infrastruttura di innovazione continua

Molte aziende confondono il fatto di avere un programma di Sviluppo di Nuovi Prodotti (NPD) o un programma di Ricerca e Sviluppo (R&D) con l’avere un programma di innovazione o sono bloccati in un approccio all’innovazione del tipo “innovazione come progetto”. Un buon coach per l’innovazione può aiutarti a definire cosa l’innovazione può e dovrebbe significare per la tua organizzazione, creare un linguaggio comune, creare una visione innovativa, stabilire una strategia di innovazione che si adatti alla strategia generale della tua organizzazione e sviluppare obiettivi di innovazione che ti aiuteranno a concentrare gli sforzi dell’organizzazione per realizzare la tua visione e strategia.

3. Insegnarti alcuni nuovi strumenti, metodi e strutture per l’innovazione

Un buon coach per l’innovazione è anche un mediatore esperto, può aiutarti a favorire l’innovazione fornendo alle persone nuovi strumenti, metodi o strutture per migliorare o accelerare le capacità di innovazione; è in grado di fornire spunti di ispirazione a grandi gruppi all’interno dell’organizzazione per cambiare prospettiva e aiutare le persone a sentirsi parte degli sforzi di innovazione. I migliori istruttori di innovazione sono in grado non solo di introdurre gli strumenti, i metodi e le strutture altrui, ma anche di comprendere le lacune in termini di innovazione e di creare nuovi strumenti, metodi e strutture.

4. Aiutarti ad identificare intuizioni e opportunità

L’innovazione inizia con l’ispirazione, la tua curiosità e ricerca dovrebbero portarti ad identificare alcune buone intuizioni da sviluppare e opportunità da perseguire. Ma poiché la maggior parte delle idee sono frammenti di idee, a volte un coach per l’innovazione può aiutarti a identificare i pezzi mancanti del tuo frammento di idea o le opportunità che potrebbero renderla più convincente. Un buon coach per l’innovazione può anche aiutarti ad andare oltre le idee e concentrarti su tutte e tre le chiavi dell’innovazione di successo:

• Creazione del valore

• Accesso al valore

• Traslazione del valore

5. Dire sinceramente quando stai andando fuori rotta

Un buon coach di innovazione sarà onesto con te e ti dirà quando hai perso la rotta. Nel corso del tempo, molti team di innovazione tendono ad avere problemi. Un coach per l’innovazione competente sarà in grado di riconoscere il cambiamento e aiutarti a correggere il percorso prima di arrivare al punto di non ritorno, che metterebbe a rischio l’esistenza stessa del tuo programma di innovazione. Un buon coach per l’innovazione è in grado di fornire una prospettiva esterna coerente, un controllo di integrità e può aiutarti a costruire connessioni esterne da inserire anche in altri progetti.

james-pond-185593-unsplash

 

Concludendo

È facile innamorarsi del processo di innovazione e del programma che hai creato ed è altrettanto semplice creare legami con i tuoi progetti di innovazione e manufatti e pensare di aver trovato la chiave, e forse è così, ma non vorresti mantenere un occhio al di fuori della tua organizzazione, per essere più sicuro?

Creare e mantenere una relazione part-time con un coach dell’innovazione di cui ti fidi è un ottimo modo per farlo. Le organizzazioni intelligenti mantengono il livello di maturità dell’innovazione nel tempo, migliorano continuamente la loro infrastruttura di innovazione, costruendo nuove capacità e ricercando le prospettive esterne come strumento di controllo sul loro programma di evoluzione. Allora, cosa stai aspettando? Chi andrà ad allenare il tuo team di innovazione vincente?

di Braden Kelley

Fonte: http://www.innovationexcellence.com/blog/2017/09/24/5-reasons-every-company-needs-an-innovation-coach/

Tradotto da: Martina Tommasino