Cambiare la tua mentalità può innescare la trasformazione

19 dicembre 2018

“Dove la tua vita interiore incontra il tuo aspetto esteriore, lì è dove avviene la trasformazione”

Keith Yamashita

 

Nell’ultima conversazione delle nostre “Creative Confidence Series”, Keith Yamashita, presidente e fondatore di SYPartners e istruttore per la nostra nuova classe “Dalle superpotenze alle grandi squadre”, ha incontrato l’amministratore delegato di IDEO U Coe Leta Stafford per discutere della leadership creativa e di come si costruiscono grandi squadre fondate sulla diversità, collaborazione, fiducia e autocoscienza.

 

Mentre era impegnato in una conference call con un cliente, Keith Yamashita ha avuto un ictus; si è accorto di ciò poiché aveva difficoltà nel parlare e nel sorseggiare acqua da un bicchiere.

Dopo tre mesi di intenso recupero, Keith si è ripreso, ma l’esperienza di perdere il controllo fisico del suo corpo e la capacità di comunicare gli ha ulteriormente chiarito la realtà della nostra natura in continua evoluzione. “Non siamo mai statici come persone”, dice. “I nostri corpi cambiano biologicamente in ogni momento.”

Questa accettazione e approvazione del cambiamento è un principio fondamentale dell’approccio di Keith alla leadership creativa. Una mentalità di crescita è fondamentale per una leadership di successo e le connessioni che formiamo con gli altri esseri umani sono il fondamento della nostra vita lavorativa. Attraverso il suo lavoro alla SYPartners – una società che aiuta le persone e le organizzazioni a diventare una versione più completa e vivace di loro stesse – Keith aiuta i leader a costruire il loro coraggio e a richiamare la loro creatività per progettare un grande avvenire e costruire la capacità di trasformarsi costantemente.

“Ognuno di noi arriva nel mondo con curiosità a apertura, desideroso di legarsi e di avere rapporti con le altre persone”, dice. “La nostra formazione, le norme sociali, la scuola e i primi lavori ci hanno privato di tutto ciò”.

 

La trasformazione inizia con la riflessione interna

La maggior parte delle aziende tradizionali si concentra sui risultati esterni (incidenza sulle entrate, crescita, profitti). Keith crede, però, che la capacità di un leader di connettersi con la propria interiorità e di trovare gioia, felicità e profondità nel proprio lavoro sia ancora più importante per sviluppare capacità creative e di leadership.

“Non siamo fatti solo per ottenere stipendi”, dice. “Non siamo fatti solo per andare al lavoro. Siamo esseri sociali che insieme possono fare grandi cose. Questa, penso, è la grande opportunità dei nostri tempi”.

La riflessione interna è fondamentale per la crescita come leader ed è lì che spesso si fa il lavoro più duro. Solo sfidando la nostra mentalità possiamo aprirci ad opportunità di crescita e trovare modi per lavorare efficacemente con persone che la pensano diversamente. “Attraverso la tua mentalità e il tuo comportamento, domini gran parte della tua esistenza”, dice Keith.

Per iniziare, guarda interiormente al dialogo che hai con te stesso:

  • Le tue convinzioni ti coinvolgono e ti incoraggiano, o ti trattengono?
  • Pensa a come hai reagito ad una circostanza stimolante sul lavoro. Cosa è realmente successo e cosa invece hai raccontato a te stesso?
  • Cosa significa per te trasformazione come leader?

Guardando avanti, Keith pone una domanda: “Possiamo immaginare un mondo che è significativamente migliore di oggi e usare i nostri talenti e le nostre diversità per creare quel mondo?”.

jeremy-perkins-245564-unsplash

 

Il Business Case sulla diversità

La diversità è stata affrontata di recente come una sfida da superare, Keith ci esorta a ridefinirla come “la porta verso la gioia, la collaborazione che conta, la tua evoluzione come essere umano, e un modo per attingere ai talenti di coloro che ti circondano”.

Il Dr. Scott Page, uno dei principali studiosi sull’impatto economico della diversità, presenta prove convincenti nel caso aziendale sulla diversità. La sua ricerca mostra che i team diversificati superano i team non diversificati con margini significativi, specialmente su problemi che richiedono creatività, nuovi modi di pensare e sintesi di conoscenza.

SYPartners ha collaborato con molte grandi aziende come Starbucks, IBM e BlackRock Capital per trovare modi concreti di creare diversità nelle loro attività. BlackRock, un’azienda che si occupa di valutazione del rischio negli investimenti, ora ritiene la mancanza di diversità all’interno di team e organizzazioni come un enorme rischio commerciale. Si sono resi conto che i team “mono-mentali” non hanno la capacità di vedere i modelli, le connessioni e le opportunità che i team composti da background e punti di vista diversi sono in grado di identificare.

E quando pensiamo alla diversità, è fondamentale andare oltre gli elementi più visibili come la razza e il genere per includere diversità cognitive come il background, l’istruzione e lo stile di vita.

 

Trasformare micro-aggressioni in micro-azioni

Sappiamo che costruire team diversificati è importante, ma come possiamo farlo?
Il percorso verso la diversità inizia con l’identificare le barriere da eliminare:

  • Mentalità: se avete una visione del mondo basata sulla paura, spostatevi verso l’apertura e una mentalità di crescita.
  • Pregiudizi inconsci: sono schemi e scorciatoie che il nostro cervello crea per aiutarci ad agire in un mondo complesso. Ognuno li ha, ma ostacolano la nostra capacità di avere una mentalità aperta.

Rieduca te stesso facendo scelte consapevoli su come interagire con gli altri. Questi cambiamenti nel comportamento non devono essere evidenti e sconvolgenti per essere di impatto; proprio come le micro-aggressioni si sommano nel tempo fino ad avere un impatto negativo su qualcuno, piccole scelte positive possono combinarsi in modo molto più ampio.

Il consiglio di Keith: mettere in atto una pratica di micro-azioni positive. La tua giornata offrirà naturalmente 100 diverse opportunità per fare delle scelte. Approfitta di alcune di queste opportunità e molto presto la diversità, l’equità e l’inclusione saranno integrate nel modo in cui agisci ogni giorno.

“La diversità e l’inclusione devono provenire da comportamenti naturali”, afferma Keith. “È il ricercare la conoscenza di altri esseri umani per lavorare insieme come altrimenti non avresti modo di fare”.

Fonte: https://www.ideou.com/blogs/inspiration/how-shifting-your-mindset-can-ignite-transformation

Traduzione di Martina Tommasino